Vale ancora la pena investire sulla casa?

Costruzione casa - House building, Tedesco Costruzioni srl, Azzano Decimo, Pordenone, Italy
Villette a schiera in provincia di Pordenone

Per anni quello sulla casa è stato considerato l’investimento sicuro! Quello che durava tutta la vita, quello non soggetto ad oscillazioni, quello che cresceva sempre. Tanto che venne inventata una tassa sulla rivalutazione dei fabbricati e, a poco valsero, le obiezioni di chi diceva che la casa tanto non la vendeva. L’economia è cambiata tanto nell’ultimo decennio, si potrebbe addirittura dire che si è rivoluzionata, e anche questo dogma è stato pesantemente messo in discussione. E come non farlo? Basti pensare che dal 2008 a oggi le case non solo non si sono rivalutate, ma, spesso, addirittura svalutate. E allora, per tornare al titolo, vale ancora la pena investire sulla casa?

Le previsioni del sole 24 ore.

Alcuni mesi fa il sole 24 ore annunciava che il valore degli immobili avrebbe cominciato a risalire a partire dal 2015. Ieri, 25 gennaio, è arrivata una prima conferma: la compravendita di immobili è aumentata del 3% nell’ultimo mese. Niente di eccezionale e, sicuramente, non servirà a tamponare le perdite degli ultimi anni. È solo un segnale, come dicono gli analisti. Un segnale che però, se messo insieme agli annunci di alcuni mesi fa, è molto rassicurante. Viene facile però contestare il fatto che ci sono strumenti che ci offrono la possibilità di ottenere utili molto più alti, anzi, un 3% lo si può guadagnare anche in un giorno con operazioni oculate. Gli stessi titoli di stato in questi anni hanno fornito rendimenti che si sono avvicinati al 7%. Potremmo quindi dire che la casa non è ancora una fonte di investimento interessante. Forse…

Differenza tra investimento e speculazione.

Ci sono due cose che vanno considerate seriamente: innanzitutto che ogni lavoro deve essere relegato ad un professionista in materia. Oggi nessuno si sognerebbe di fare l’idraulico, l’imbianchino, il programmatore, senza avere alle spalle un’adeguata preparazione. Eppure, quando si parla di borsa, tutti si credono capaci, in virtù di qualche informazione avuta dai TG o, al limite, dalla lettura di qualche articolo tratto da una rivista specializzata. Eppure giocare nel mercato immobiliare è forse il mestiere più difficile del mondo. Fate attenzione ai tranelli. Innanzitutto non fatevi illudere da articoli dove si parla di titoli (come google) che sono passati da 21 dollari a oltre un milione nel giro di pochi anni. Sono specchietti per le allodole. Sono invenzioni che hanno proprio lo scopo di far confluire nel sistema i soldi dei polli da spennare! Ripeto non abbiate troppa fiducia in voi stessi se questo non è il vostro mestiere. Non fidatevi troppo nemmeno da chi vi racconta di guadagnano una montagna di soldi stando a casa senza fare niente. Poche persone avranno l’onestà di ammettere di aver perso! La seconda valutazione che va fatta è di tipo puramente lessicale. Con un adeguato uso della parola molto spesso siamo caduti in tranelli. Esiste una grossa differenza tra investimento e speculazione. Se avete un capitale e lo volete far fruttare al massimo con operazioni finanziarie, che vi diano un altissimo rendimento nel breve termine, allora siete degli speculatori. Un investimento è un’altra cosa. È un capitale “messo via”, sempre disponibile in caso di necessità. Poi, se questo capitale si rivaluta, tanto meglio. Ecco cos’è la casa: un investimento! Un investimento per una persona, per una famiglia e anche per i propri figli. Se la guardiamo in questo modo, allora ci accorgeremo che la casa, indipendentemente da eventuali fluttuazioni, si rivaluta continuamente. All’inizio del millennio c’è  stata la bolla edilizia, ovvero gli immobili si sono rivalutati eccessivamente, poi c’è stato un adeguamento, e adesso si sta rimettendo nei binari. Ci saranno ancora cali e crescite, ma, se voi comprate una casa oggi, sarà molto probabile che tra vent’anni il suo valore sia aumentato. Per dirla in breve, se voi aveste comprato una casa negli anni 90, la avreste vista crescere vertiginosamente di valore all’inizio del nuovo millennio, per poi vederla calare negli ultimi anni, e vederla stabilizzare oggi. Ma se confrontate il valore di adesso con quello di acquisto, ci avete sicuramente guadagnato. Allora, tornando alla mia domanda iniziale se “vale ancora la pena di investire sulla casa”, la risposta è probabilmente si, se volete fare un’investimento, forse no, se volete fare gli speculatori.